Piccole porzioni non fanno dimagrire: ecco la scoperta d’effetto

Piccole porzioni non fanno dimagrire: ci è sempre stato insegnato che uno stile alimentare adeguato – ed in qualche modo anche furbo – sia, in fondo, uno stile che prevede l’inserimento di piccole porzioni per “fregare” il cervello e per evitare che vi sia una sorta di sovraccarico sull’organismo. Tuttavia, quella che abbiamo sempre creduto una realtà potrebbe anche non rivelarsi tale: questa novità è stata introdotta in una recente ricerca che ha sottolineato come, invece, non vi sono prove in tal senso.

Porzioni piccole non fanno dimagrireLa ricerca proviene dagli studi dei ricercatori dell’Università di Liverpool, i quali hanno evidenziato – e pubblicato gli esiti su Daily Mail – che in effetti l’uso di piatti piccoli per ingannare il cervello possa addirittura essere controproducente. In sostanza, secondo gli esperti – che hanno analizzato comportamenti e desideri di un campione di persone – è emerso che i piatti piccoli spingono ad ingrassare perché inducono a scegliere anche una seconda porzione, spesso più abbondante della prima.

Ma sarà davvero così? Diversi studi controbattono da tempo su questo argomento; da un lato vi sono ricerche che sostengono che non sia un approccio utile quello che prevede l’utilizzo di piatti e piccole porzioni, da un altro lato, invece, è possibile che non vi sia un introito di calorie maggiore a fronte dell’uso di piatti piccoli.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*