Perdere peso: la fretta è una cattiva consigliera

Per perdere peso è necessario stabilire un piano d’azione specifico, che aiuti a dimagrire lentamente e soprattutto in maniera sana ed equilibrata per evitare gli eccessi. Per questo motivo, nella perdita di peso la fretta è una cattiva consigliera: sia a lungo termine (ovvero, quando si pensa che fare la fame o saltare i pasti sia un metodo per dimagrire più velocemente), sia a breve termine.

Perdere pesoDa questo punto di vista, infatti, un consiglio che spesso gli esperti nutrizionisti amano dare è quello di non mangiare troppo in fretta: infatti, ingurgitare velocemente il cibo senza quasi neanche masticarlo, è un grosso problema non solo per quel che riguarda la perdita di peso ma anche dal punto di vista della digestione.

Mangiare troppo in fretta rende infatti difficoltosa la digestione, generando problemi importanti come gonfiore addominale, nausea, meteorismi, che si intensificano a causa dell’aria che ingeriamo in eccesso con il cibo. Inoltre, per la perdita di peso, la fretta può essere oltremodo dannosa, in quanto abbuffarsi troppo in fretta significa non dare al cervello il giusto tempo per abituarsi al senso di sazietà, che gli viene comunicato con un ritardo di circa 20 minuti. Se mangiassimo più lentamente, sicuramente eviteremmo di ingerire più cibo del necessario e potremmo perdere peso più facilmente.

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *