Obesità infantile si combatte con dieta mediterranea

Tra le varie ‘piaghe’ dell’infanzia vi è sicuramente un problema che negli ultimi anni è diventato sempre più diffuso e presente: stiamo parlando dell’obesità infantile, disturbo che accomuna sempre più bambini a causa di comportamenti alimentari e stili di vita inadeguati e scorretti che portano a questa patologia.

Obesità infantileSecondo gli studi scientifici in atto, l’obesità infantile non è un problema da sottovalutare; se da un lato c’è il rischio che il bimbo sottoponga i suoi organi, nell’immediato presente, ad uno sforzo eccessivo per le loro reali possibilità, dall’altro lato il problema riguarda anche il futuro, perché un bimbo obeso sarà certamente un adulto obeso, con evidenti conseguenze che si ripercuoteranno sulla sua salute.

Nel libro pubblicato dalla biologa Fiorella de Pascale è emerso che un metodo importante per garantire al bimbo una corretta alimentazione – e laddove necessario anche la possibilità di contrastare l’obesità infantile – è la dieta mediterranea: un tipo di alimentazione che non esclude a priori alcun alimento, ma verte sulla responsabilizzazione a tavola, attraverso la scelta di cibi conditi in maniera sana e senza eccessivi grassi.

Secondo la de Pascale, però, si parte necessariamente dallo svezzamento: una dieta equilibrata a partire dalle prime pappe del bambino, attraverso una rieducazione alimentare dei genitori, che dovranno conoscere gli elementi nutritivi del cibo e saper gestire dosi e combinazioni per evitare i rischi.

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *