La dieta per dimagrire: è anche una questione di moda

Seguire una dieta è una questione molto spesso correlata alle mode del momento. Da un lato molte persone che cercano di perdere peso lo fanno per un motivo prettamente estetico: intendono riacquistare una forma fisica perfetta e armoniosa, adatta ad un abbigliamento provocante e alla moda.

Dall’altro lato le star e i VIP del momento sono i primi a pubblicizzare diverse diete, tra cui alcune ideate dai migliori dietologi, altre invece di tipo del tutto sbilanciato e a volte addirittura poco salutari.

Potete leggere le diete più popolari del 2017 su prodottiperdimagrire.net, ma conviene sempre ricordare che la dieta non può essere una moda: si tratta infatti di un regime alimentare che ci consente di perdere peso, migliorando al contempo la nostra salute.

Quali sono le diete migliori: metodi a confronto

Dieta per dimagrireFino ad alcuni anni fa le diete ipocaloriche erano più o meno tutte uguali. Si trattava di attribuire dei punti ad ogni alimento, o un peso preciso alle porzioni di carboidrati, proteine, frutta e verdura. Per seguire questo tipo di diete si doveva obbligatoriamente avere una bilancia di precisione e spesso la nostra spesa doveva contenere alimenti a noi del tutto estranei, o ben lontani dalla classica dieta mediterranea.

Negli ultimi anni le cose sono molto cambiate, introducendo regimi alimentari molto più liberi, per seguire i quali non è necessario pesare le porzioni di ogni alimento consumato nel corso della giornata. La diatriba è più o meno sempre la stessa, da lungo tempo: è meglio limitare i carboidrati o i grassi? La maggior parte delle diete più alla moda bandiscono i carboidrati, consigliando di consumare ogni giorno grandi quantità di proteine, insieme con frutta e verdura, e grassi in quantità controllata.

I regimi alimentari più bilanciati invece tagliano drasticamente la quantità di grassi, per poi completare i piatti con le quantità di alimenti consigliate dalle piramidi alimentari dell’Organizzazione Mondiale della Sanità: tanta verdura, frutta e cereali integrali, poche proteine, pochissimi grassi.

Da diverse ricerche scientifiche risulta che il risultato, a livello puramente ponderale, è il medesimo per i due stili di dieta;  salvo che un’alimentazione eccessivamente ricca di proteine può portare a diversi problemi di salute.

La dieta no carb

Diete fai da teUna delle mode che da più anni imperversa in tutto il mondo è quella delle diete che tagliano drasticamente il consumo quotidiano di carboidrati. Secondo diversi studi però la nostra alimentazione dovrebbe contenere almeno un 50% delle calorie quotidiane derivate da questi alimenti, possibilmente nella versione integrale. Questo perché i carboidrati complessi sono leggeri da digerire, salutari per l’organismo e forniscono gli zuccheri di cui il nostro cervello, ma anche gli altri organi, ha bisogno.

Una dieta eccessivamente ricca di proteine invece porta a diverse problematiche, tra cui la necessità di prelevare glucosio attingendo dalle riserve di proteine contenute nella muscolatura. A lungo andare una dieta totalmente priva di carboidrati, o che ne contiene meno del 30% delle calorie quotidiane, tende a peggiorare la forma fisica e a causare danni permanenti agli organi interni.

Se si tratta di un regime alimentare adottato per perdere quei 2-3 chilogrammi di troppo, allora sicuramente permetterà di dare i risultati sperati. Se invece la si adotta per perdere più di 5 chilogrammi, si rischia di ottenere un effetto decisamente poco interessante, perché la si dovrà seguire per periodi di tempo eccessivi.

Una corretta dieta dimagrante infatti dovrebbe consentire di consumare tutti gli alimenti, in dosi non eccessive, aumentando il consumo di verdura fresca e di frutta di stagione, evitando di demonizzare qualsiasi cibo e introducendo alimenti di elevata qualità. Anche i carboidrati servono per il nostro metabolismo, così come i grassi, soprattutto quelli polinsaturi o monoinsaturi.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *