Indagine Doxa su insetti e cibo: alimentazione del futuro non per tutti

Indagine Doxa su insetti e cibo: l’alimentazione del futuro, ma non per tutti. C’è chi sostiene che sarebbe pronto ad assaggiare un menu non convenzionale a base di insetti e chi invece non proverebbe mai ad assaggiare il novel food

Indagine Doxa su insetti e ciboMa vediamo un  po’ di numeri in merito all’alimentazione del futuro: secondo quanto dichiarato nelle indagini, 4 italiani su 10 sostengono che sì, gli insetti potrebbero essere il cibo del futuro, ma non per alcune categorie di persone. Solo una fascia di età tra i 18 ed i 34 anni, infatti, potrebbe apprezzare dei menu a base di questi alimenti mostrando così anche una maggiore apertura nei riguardi di questo cibo.

Al contrario, il 63% di coloro che hanno più di 55 anni sostiene che questi alimenti non potranno mai essere accettati nel nostro paese, perché per cultura e tradizione non esiste un interesse nei riguardi degli insetti considerati come cibo. Eppure, c’è anche chi sostiene che qualcuno – quasi un 20%  – potrebbe assaggiare un menu di questo tipo perché incuriosito dal possibile sapore e dalla consistenza, mentre un’altra percentuale simile di persone sarebbe indecisa sul da farsi.

L’indagine, insomma, mostra ancora una volta uno spaccato dell’Italia che si divide in due: tra chi sarebbe disposto ad assaggiare e chi, al contrario, avrebbe ancora timore a farlo.

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *