Dieta dei 100: una dieta molto famosa, come funziona

Dieta dei 100: qual è il funzionamento di questa dieta, per fare fronte ai grassi in eccesso

Dieta dei 100Le feste di Natale sono un vero salasso per il proprio corpo. Per non parlare dell’Epifania, che, con le calze piene di dolci, caramelle e cioccolatini assortiti, fanno lievitare a dismisura i grassi assortiti, andando ad aumentare i tanto temuti chili di troppo. Ma come fare, allora, per ovviare alla soluzione? Un periodo di privazioni, certamente, diventa a dir poco fondamentale per ripristinare il proprio organismo a livello più ottimali. E, in questo senso, la cosiddetta dieta dei 100 è una delle più interessanti a livello mondiale.

La dieta dei 100 è stata sviluppata dalla famosa nutrizionista sportiva americana Liz Josefberg, e, come si può facilmente evincere dal nome stesso, si basa sulla continua riproposizione del numero 100. Anzitutto, come si apprende, bisogna assumere 100 grammi di carboidrati ogni giorno. Il che, peraltro, equivale ad assumere due porzioni di verdura al giorno, oltre ad un quantitativo di frutta pari a 200 grammi e ad altri 100 grammi di patate.

In alternativa, secondo la Josefberg, la dieta dei 100 può essere portata avanti mangiando 200 grammi di legumi, più altri 50 grammi di pane oppure 100 grammi di pasta o di riso integrale. Bisogna, inoltre, bere 100 once d’acqua al giorno (circa 2 o 3 litri), e fare 100 minuti di esercizi fisici intensi a settimana.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *