Come scegliere il vino giusto

Sempre più spesso chi ama bere un buon bicchiere di vino tende a scegliere con oculatezza la bottiglia da acquistare, in modo da evitare di trovarsi tra le mani una bevanda che lo può deludere.

Nel nostro Paese i vini disponibili sono tantissimi, tanti da poter trovare senza grandi problemi anche prodotti con un elevato rapporto qualità prezzo: anche con solo 15-20 euro è possibile trovare un’ottima bottiglia, preparata con tutta la cura necessaria. Ma senza essere dei sommelier professionisti, come si può trovare il vino giusto per ogni occasione?

I consigli in enoteca

Per chi non è un grande esperto il modo migliore per avere sempre a disposizione il vino migliore possibile consiste nel lasciarsi consigliare dal personale presente in enoteca. In questo modo ci si affida a chi ha maggiori conoscenze rispetto a noi, indicandogli chiaramente i nostri gusti e le nostre preferenze.

Può anche capitare di voler approfittare delle proposte di negozi di altro tipo, come ad esempio di quelli presenti in rete. Ci sono diverse realtà molto promettenti, come ad esempio Tannico, che permettono di trovare ottimi prodotti a prezzi concorrenziali.

Anche se si tratta di negozi online è comunque possibile approfittare dei consigli disponibili sul sito, dove sono comunque spiegate con cura tutte le caratteristiche peculiari di ogni bottiglia in vendita.

Imparare a conoscere il vino

Leggere, informarsi, ampliare le proprie conoscenze passa anche attraverso l’assaggio di nuove bottiglie, cosa da realizzare anche solo periodicamente. Del resto il gusto per il buon vino viene anche e soprattutto bevendolo, provando nuovi vitigni e nuove cantine.

A volte un buon punto di partenza consiste nel provare una bottiglia di una particolare cantina, o di un particolare territorio, come ad esempio una Cantina Terra Ribelle. La Maremma è una delle zone che offrono un elevato numero di vini diversi, per caratteristiche gustative ma anche per impegno economico necessario ad acquistarli.

Allargando le proprie prospettive si potranno, nel tempo, imparare a conoscere tutti i principali vini della Maremma, potendosi poi dedicare ad un’altra zona, come ad esempio il Collio o le colline Astigiane.

Poter assaggiare più vini di una medesima zona permette di meglio comprendere le peculiarità che il territorio conferisce ad ogni vino, andando anche a scandagliare tutti i profumi e gli aromi più particolari, da intenditori.

Vini bianchi, rossi, rosati

In effetti non esiste un unico modo per approcciarsi al mondo del vino, anche perché stiamo trattando uno scenario molto ampio. Invece di scegliere una zona è possibile partire da un tipo di vino, come ad esempio il prosecco, o il vino rosato.

Confrontando tra loro diverse tipologie di vino rosato disponibile in Italia, o anche all’estero, si ottiene una migliore conoscenza di questo tipo di vino, cosa che poi ci permetterà di spaziare in altri ambiti.

In diverse Città italiane è comunque possibile seguire corsi amatoriali di degustazione di vini, così come prendere parte alle giornate in cui le cantine si aprono al pubblico, consentendo a chiunque di avvicinarsi a questo mondo tanto complesso e ricco di suggestioni.

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *