Caffè verde: i benefici e le controindicazioni

Ci sono molti prodotti disponibili nel mercato degli integratori alimentari per la perdita di peso come ad esempio la garcinia cambogia, il caffè verde, il guaranà, il chitosano, solo per citarne alcuni e generalmente quelli basati su ingredienti naturali sono sempre più richiesti rispetto ai molti farmaci o capsule con un’alta composizione chimica.

Tuttavia, molti produttori sono diventati più consapevoli di questo “trend” e nel tentativo di attirare più clienti ora sostengono che i loro prodotti contengono ingredienti naturali, spesso spacciandole per capsule naturali senza di fatto esserle. Ciò significa che sul mercato ci sono molti prodotti basati su ingredienti naturali, come lo è il caffè verde, ma che nello stesso tempo si possono trovare integratori che lo sono solo in apparenza perchè si tratta di vere e proprie truffe in quanto di naturale questi prodotti hanno ben poco.

caffè verde beneficiUno dei pochi ingredienti completamente naturale impiegato in molti integratori dimagranti è come detto il caffè verde. Infatti, sta diventando sempre più popolare nel mercato degli integratori perchè è stato appurato che il caffè verde fa dimagrire in maniera realmente naturale.

Ovviamente il caffè verde è un ingrediente naturale dal momento che è formulato con chicchi grezzi non torrefatti del caffè che vengono solamente puliti e asciugati ma che non vengono tostati, mantenendo in questo modo il loro colore verde naturale. Quindi si può ben capire che si tratta di un ingrediente che non subisce nessuna lavorazione chimica.

Ma quali sono i benefici del caffè verde e quali invece le accortezze a cui bisogna prestare attenzione quando si consuma questo ingrediente o vengono assunti integratori che utilizzano il suo principio attivo?

Il caffè verde è una fonte notevole di caffeina, che si trova spesso come ingrediente base in molte pillole dimagranti. La caffeina agisce velocizzando il metabolismo e aiutando a bruciare i grassi, ma fornisce anche una fonte extra di energia. Tuttavia, gli effetti dei chicchi di caffè verde sulla perdita di peso e sul controllo glicemico vanno ben oltre la semplice assunzione di caffeina. Infatti è stato riconosciuto come le proprietà dimagranti dei suoi chicchi dipendano dalla sua struttura chimica e dall’acido in essi presenti. Si ritiene che questo acido sia il fattore chiave del caffè verde per supportare efficacemente una naturale perdita di peso.

Questo acido è noto come acido clorogenico, ossia un composto naturale che si trova in una vasta gamma di piante e che è in grado di favorire l’azione di brucia grassi del fegato e rallentare la trasformazione dello zucchero in glucosio in modo che il livello di zuccheri presente nel sangue sia mantenuto sempre ad un livello basso. Da specificare che questo acido clorogenico non è solitamente presente nei chicchi di caffè tostato perché il processo di tostatura “rompe” l’acido in essi presenti.

Nonostante si tratti di un ingrediente naturale, il consumo eccessivo di caffè verde può portare ad alcune conseguenze. Tuttavia, sulla base una serie di ricerche limitate, non sembrano essere stati notati effetti collaterali pericolosi derivanti dal consumo frequente dei chicchi di questa tipologia di caffè.

Ovviamente, è necessario ricordare che anche il caffè verde contiene caffeina. Non ad una quantità elevata ma comunque ad un livello tale da poter causare alcuni effetti collaterali non gravi legati al consumo di caffeina come l’insonnia, l’irrequietezza, i disturbi intestinali, la nausea o un aumento della frequenza cardiaca. Di conseguenza, nel consumo del caffè verde, si consiglia comunque una certa cautela.

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *