Alimentazione Lemme, cosa si può (e non si può) mangiare

Alimentazione Lemme: una filosofia di vita, più che una dieta vera e propria, quella proposta dal farmacista di Desio Alberico Lemme, il quale sostiene che il tipo di alimentazione più indicato sia quello che fa riferimento non al conteggio delle calorie, ma alla valutazione dell’indice glicemico dei cibi ed all’orario in cui questi vengono assunti.

Alimentazione LemmeInfatti, secondo i principi cardine dell’alimentazione proposta dal farmacista che ha fatto perdere 16 kg in un mese a Flavio Briatore e ben 24 kg a Simona Tagli, è molto importante consumare i carboidrati ed in generale i cibi più complessi al mattino entro le 9.30 per stimolare il metabolismo.

Ma quali sono gli alimenti permessi e quali, invece, quelli non concessi dalla dieta Lemme?

I cibi permessi sono: i carboidrati (anche se pochi e solo al mattino, come la pasta al peperoncino ma rigorosamente senza sale), la carne, il pesce, tè, caffè, cipolle, funghi, e uova, conditi con olio, burro, ma anche limone e spezie. Nella dieta Lemme non sono invece previsti lo zucchero, aceto, latte e formaggi, dolci, vino, carote e pomodori: secondo il farmacista, questi ultimi alzano l’indice glicemico e ciò significa che una insalata di pomodoro può risultare dannosa quanto un piatto di pasta.

Meglio, quindi, mangiare solo i cibi consentiti e seguire le linee guida degli orari previsti: entro le 9.30 sarà consumata la colazione; tra le 12 e le 14 il pranzo, e tra le 19 e le 21 la cena.

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *